Cittadini con uguali opportunità nell’Unione Europea

 

Carta Europea della Disabilità: online il servizio per richiederla

 

La Carta Europea della Disabilità è il documento in formato tessera che permette alle persone con disabilità di accedere a beni e servizi, pubblici o privati, gratuitamente o a tariffe agevolate.

La Carta Europea della Disabilità rientra all’interno del progetto europeo EU Disability Card che ha come obiettivo il mutuo riconoscimento della condizione di disabilità fra i paesi aderenti.

La Carta Europea della Disabilità sostituisce a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali attestanti la condizione di disabilità.

Quindi per certificare la propria condizione di disabilità, a seguito dell’avvenuto riconoscimento ed accertamento da parte delle commissioni competenti, basterà esibire la Carta Europea della Disabilità e permettere la lettura del relativo QR Code all’operatore incaricato attraverso uno smartphone dotato di fotocamera e collegamento ad internet.

Dal 22 febbraio, l’INPS rende possibile richiedere sul proprio sito la Disability Card, effettuando l’accesso tramite SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). 

«Plaudiamo alla solerzia dell’INPS e del suo presidente, Pasquale Tridico, che hanno mantenuto così gli impegni assunti a dicembre in occasione della presentazione della Disability Card», dichiara il presidente della FISH Vincenzo Falabella, che aggiunge: «Arriva finalmente oggi a compimento un lungo percorso che ci ha visti impegnati negli anni come protagonisti e che consentirà alle persone con disabilità di compiere un importante passo avanti rispetto all’inclusione nella vita sociale della propria comunità di appartenenza».

«Infatti – prosegue il presidente Falabella – con questa tessera sarà più facile accedere ai vari servizi da parte delle persone con disabilità, in un regime di reciprocità con gli altri Paesi dell’Unione Europea.
Si tratta di un’innovazione normativa che garantirà più semplicità nell’accesso ad alcuni servizi anche gratuiti».

«E in tutti i casi – conclude -, per comprendere ancor meglio l’importanza della Disability Card, ricordiamo che il nostro Centro Studi Giuridici HandyLex, ha pubblicato di recente un approfondimento di cui suggeriamo senz’altro la consultazione».

Come si ricorderà, la Disability Card era entrata in vigore attraverso un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2020 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 dicembre 2021 che ne aveva disciplinato i criteri per il rilascio, nonché le modalità per la realizzazione, la distribuzione e lo sviluppo.

Da oggi è possibile finalmente richiederla all’INPS.
E dal prossimo mese di aprile, chi ne avrà fatto richiesta, se la vedrà recapitare direttamente a casa.

Come funziona

La Disability Card può essere richiesta gratuitamente sul sito dell’INPS, tramite una procedura online, da parte del cittadino che ne ha diritto e successivamente verrà spedita a casa.

Chi può richiedere la Disability Card?

Il cittadino con disabilità in possesso di verbali cartacei antecedenti al 2010 o di verbali rilasciati dalla Regione Valle d’Aosta e dalle Province autonome di Trento e Bolzano attestanti lo stato di invalidità, ovvero di essere stato riconosciuto invalido da sentenze o decreti di omologa a seguito di contenzioso giudiziario, dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, di essere in possesso dei requisiti previsti per il rilascio della Carta.

Nel caso di minori con disabilità, appartenenti alle categorie di cui all’allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159, la domanda deve essere presentata dal soggetto che esercita la responsabilità genitoriale, da chi esercita la funzione di tutore o dall’amministratore di sostegno, utilizzando la delega dell’identità digitale in uso oppure le credenziali di identità digitale del minore. Nel caso di minori in affidamento familiare, appartenenti alle categorie di cui all’allegato 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159/2013, la richiesta può essere presentata dagli affidatari per il periodo di permanenza dei minori in famiglia.

Dati personali presenti
sulla Carta Europea della Disabilità:

Come richiederla

La Carta Europea della Disabilità potrà essere richiesta sul sito di INPS tramite una procedura online. Successivamente, una volta completata la richiesta, la Card viene spedita a casa del cittadino.

La circolare Inps 853 del 22.02.2022 ne stabilisce le modalità.

La presentazione della domanda potrà essere effettuata dal cittadino avvalendosi di associazioni rappresentative delle persone con disabilità abilitate dall’INPS all’uso del canale telematico.

L’accesso al servizio anche in questo caso deve essere effettuato mediante identità digitale (SPID, CIE, CNS) dall’operatore dell’associazione, preventivamente abilitato ad accedere agli archivi dell’Istituto, e prevede obbligatoriamente la dichiarazione di possedere la delega specifica firmata dal cittadino.

Di cosa ho bisogno?

Carta di Identità Elettronica (CIE)SPID o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per accedere all’area riservata del sito
Una fotografia, formato fototessera, da caricare durante la procedura di richiesta.Durata.

La card sarà valida per tutta la permanenza della disabilità anche nel caso in cui vi siano eventuali visite di revisione e comunque non più di 10 anni, al termine dei quali potrà essere nuovamente richiesto il rinnovo, previa verifica dei requisiti.

L’Inps potrà verificare in qualsiasi momento la sussistenza dei requisiti per il mantenimento della card e potrà anche revocarla nel caso in cui questi non vi siano più o accerti, caso più grave, la non veridicità degli stessi.

In caso di smarrimento o furto andrà ne andrà denunciata la perdita. La procedura dovrà essere presa in carico e completata entro 60 giorni dalla richiesta.

Nel caso in cui si proceda alla revoca, l’Istituto provvederà a notificare il provvedimento all’interessato indicando la carenza dei requisiti; ovviamente il provvedimento potrà essere impugnato qualora ne sussistano i presupposti.

Nel caso in cui la persona, anche dopo il rilascio ed a seguito di un nuovo accertamento, rientri nelle categorie di non autosufficienza, indennità speciale, indennità di comunicazione ed invalidi minorenni con difficoltà persistenti, l’Istituto provvederà alla sostituzione della carta con i relativi aggiornamenti in maniera autonoma.

Dove utilizzarla.

La Carta Europea della Disabilità che potrà essere utilizzata solo dal titolare e  non potrà essere ceduta a terzi, permetterà di certificare la propria condizione di disabilità presso tutti gli uffici pubblici, sostituendo a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali.

La Carta Europea della Disabilità dà inoltre accesso gratuitamente o a tariffe agevolate quando già presenti ai seguenti luoghi:

  • Musei statali su tutto il territorio nazionale
  • Luoghi di cultura e non solo nei paesi UE aderenti al progetto (consultare i siti istituzionali nazionali)

Si auspica che l’entrata in vigore della Carta Europea della Disabilità e la sua diffusione a livello europeo, possa incentivare l’accesso a tutte le agevolazioni di beni e servizi anche attraverso specifici protocolli d’intesa o convenzioni tra l’Ufficio per le Politiche a favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e soggetti pubblici e privati.

Tutti i soggetti, pubblici, privati ed amministrazioni dello Stato che verifichino un uso improprio della card, lo segnaleranno immediatamente all’Inps che provvederà ad adottare i provvedimenti del caso.

Domande e risposte

Non hai trovato risposta alle tue domande? Hai dubbi su come procedere o hai bisogno di supporto? 

Il prototipo della Card

         

PER AVERE TANTE ALTRE INFORMAZIONI E NOTIZIE SUL MONDO DEI TRAPIANTI DI CUORE.

INSCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER !

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica riceverai prima possibile un E-Mail di Conferma del  l’iscrizione

l’iscrizione ccetti di ricevere la nostra Newsletter via E-Mail e altre comunicazione della vita Associativa. Potrai disiscriverti in qualsiasi momento Inviando una E-Mail alla Indirizzo:newsletter@actiroma.it

 
 

MODULO DI ISCRIZIONE

4 + 7 =